Tu sei qui: Home News Catasto, rettifica confini fra Val di Bisenzio e Barberino

Catasto, rettifica confini fra Val di Bisenzio e Barberino

L’Agenzia delle entrate ha in corso le procedure per la variazione. Il servizio di aggiornamento catastale dovrebbe riprendere a giorni

Rettifica territorio per il catasto

Una piccola porzione di territorio, per la precisione 2.278 ettari, che si trova all’interno dei Comuni della Val di Bisenzio sta finalmente tornando anche dal punto di vista catastale di competenza della Provincia di Prato. In questi giorni infatti la rettifica, disposta dalla legge regionale, dei confini fra i Comuni di Vernio, Cantagallo e Vaiano e quello di Barberino di Mugello - che risale a una decina di anni fa – diventa vincolante anche per il catasto. Alla Provincia di Prato vengono assegnati 26 fogli catastali che ancora si trovavano nel territorio del Comune di Barberino di Mugello (fogli 6, 12, 13, 14, 15, 24, 41, 48, 49, 58, 59, 60, 61, 62, 71, 72, 73, 74, 86, 87, 88, 89, 101, 102, 103 e 117) e quindi finora di competenza della Provincia di Firenze.

“Finalmente si pone fine a quella che era una complicazione amministrativa, ma soprattutto un disagio vero per i cittadini, costretti a spostarsi a Firenze per ogni necessità di tipo catastale – spiega il sindaco di Vernio Giovanni Morganti – Adesso tutto il territorio compreso nei confini dei Comuni della Val di Bisenzio sarà accatastato a Prato”.

Attualmente l’Agenzia delle entrate ha in corso le procedure di trasferimento e, per quanto riguarda i territori oggetto del provvedimento, rimarrà bloccato ancora per qualche giorno l’invio telematico tramite Sister degli atti Doc.fa. e Pre.geo. da parte dei professionisti e il servizio di aggiornamento dell’ufficio.

 

Azioni sul documento