Tu sei qui: Home News Primo maggio, messaggio dei sindaci della Val di Bisenzio

Primo maggio, messaggio dei sindaci della Val di Bisenzio

“Necessaria un’accelerazione della campagna vaccinale”

I sindaci della Val di Bisenzio

Ecco di seguito il messaggio dei sindaci di Vaiano, Vernio e Cantagallo indirizzato alle lavoratrici e ai lavoratori in occasione del Primo Maggio 2021.

 

Celebrare il Primo maggio 2021, insieme alle lavoratrici e ai lavoratori, è più che mai necessario proprio perché siamo nel bel mezzo di una crisi storica da cui usciremo soltanto se a guidare tutte le nostre azioni – senza retorica ma con molta concretezza – saranno la solidarietà e la giustizia sociale. Non esistono scorciatoie o mezze misure ed è assolutamente azzeccato lo slogan scelto quest’anno dai sindacati dove si afferma che l’Italia si cura con il lavoro.

Condividiamo la sofferenza di tante persone e di tante famiglie che anche nelle comunità della Val di Bisenzio sono messe a dura prova da una crisi dolorosa che investe tante dimensioni della vita quotidiana, a partire spesso proprio da quella del lavoro. Abbiamo molto chiaro che riusciremo a ripartire con una campagna di vaccinazione diffusa che in Toscana deve assolutamente avere un’accelerazione per proteggere, con i più fragili, anche chi tutti i giorni è in prima linea nei servizi alle comunità e nell’impegno per la salvaguardia di quel bene prezioso rappresentato dal lavoro e dalle nostre imprese.

Vogliamo condividere anche la speranza di uscire da questo dramma e uscirne migliori. Dallo scoppio della pandemia, accanto a tanti problemi e criticità, abbiamo visto tanto impegno e tanta generosa abnegazione anche nei nostri territori. Le lavoratrici e i lavoratori, accanto agli imprenditori, hanno avuto coraggio e si sono impegnati nel tentativo faticoso di andare avanti nonostante la crisi. Vogliamo ricordare anche i sacrifici di tante aziende a conduzione familiare, dei titolari di partita Iva e dei piccoli commercianti che stanno combattendo una battaglia senza precedenti.

In questi giorni cominciano a delinearsi i contenuti del Recovery plan e i riflettori sono tutti puntati sul futuro mentre i numeri appena diffusi che riguardano il sistema delle imprese pratesi del tessile-manifatturiero parlano di flessione superiore alla media toscana e nazionale. È evidente che serve una mobilitazione per il nostro territorio dove ciascuno, a cominciare dalle amministrazioni comunali, deve fare la sua parte per definire e attuare una strategia condivisa verso il futuro.


Primo Bosi (sindaco di Vaiano)

Guglielmo Bongiorno (sindaco di Cantagallo)

Giovanni Morganti (sindaco di Vernio

Azioni sul documento