Tu sei qui: Home News Protocollo per la valorizzazione della Val di Bisenzio

Protocollo per la valorizzazione della Val di Bisenzio

Bongiorno, Bosi e Morganti: “Pronti a collaborare con la Regione”. Al primo posto il potenziamento e le infrastrutture della mobilità

L'assessore Ciuoffo e i sindaci della Val di Bisenzio

Un progetto per la valorizzazione della Val di Bisenzio. E’ l’obiettivo del protocollo d’intesa, approvato dalla giunta regionale nell’ultima seduta, che firmeranno Regione, Comune di Cantagallo, Comune di Vaiano, Comune di Vernio e Unione dei Comuni della Val di Bisenzio. La delibera è stata presentata dall’assessore regionale al Turismo e alle Attività produttive Stefano Ciuoffo.

“Si tratta di un’area – ha spiegato Ciuoffo – con caratteristiche proprie in termini di sviluppo socio-economico, dove storicamente operano imprese del distretto tessile pratese nel fondo valle a fianco di attività turistico-ricettivo nelle zone alte e più recentemente con produzioni specifiche del settore agroalimentare. Un territorio peculiare anche riguardo alla sua collocazione: al confine con l’Emilia Romagna, regione con la quale intrattiene un flusso continuo di scambi, relazioni e integrazione. Un’Area interna con caratteristiche geografiche, morfologiche e sociali eterogenee, in un contesto di perifericità e al tempo stesso di frontiera, in grado di sfruttare i processi di trasformazione che l’hanno interessata per produrre opportunità di rigenerazione economica. Il protocollo punta a dar vita ad un percorso condiviso per valorizzare le risorse proprie, a riqualificare il territorio e migliorarne l’accessibilità. Vogliamo promuovere e salvaguardare i valori identitari di questa comunità e favorirne uno sviluppo equilibrato consolidando la competitività del sistema produttivo”.

Da tempo è aperto il confronto dei Comuni della Val di Bisenzio con la Regione per la definizione del Protocollo per la valorizzazione del territorio e il via libera della giunta regionale giunto oggi viene considerato assolutamente positivo. I sindacì Guglielmo Bongiorno di Cantagallo, Primo Bosi di Vaiano e Giovanni Morganti di Vernio sono più che mai pronti a collaborare per mettere gambe al progetto.

“Si tratta di un punto di arrivo di un percorso fatto insieme e di un punto di partenza per progettare iniziative di sviluppo per il futuro  - mette in evidenza Guglielmo Bongiorno che in questa fase è presidente anche dell’Unione dei Comuni - c’è molto favore per questa scelta, questa attenzione per il territorio è frutto del lavoro positivo congiunto e della stretta collaborazione dei Comuni e dell’Unione dei Comuni, con i consiglieri regionale Bugetti e Ciolini rappresentano l’area pratese e con l’assessore Ciuoffo”.

Soddisfazione esprime anche il sindaco Primo Bosi. “Le amministrazioni comunali sono pronte a mettersi in gioco per sviluppare questo progetto che è decisivo per tutta la Vallata - sottolinea Bosi – Si parla di crescita attraverso le attività tradizionali e le nuove economie dell’accoglienza e del turismo lento, per tutte decisiva è la partita delle infrastrutture della mobilità. Occorre potenziare la rete del trasporto pubblico sia sul fronte della gomma che ferro, sviluppando servizi, nuove fermate e un’intermodalità reale”.

Assolutamente positivo anche il giudizio di Giovanni Morganti. “Questo protocollo è il segno tangibile di un’attenzione meritata verso la Val di Bisenzio - afferma Morganti - c’è un lavoro da fare tutti insieme che riguarda la valorizzazione turistica del territorio e le infrastrutture della mobilità, contribuendo anche a iniziative di crescita come il rilancio del Centro Enea del Brasimone. La concretizzazione del progetto di sviluppo passa anche attraverso il confronto con la Regione Emilia Romagna e le amministrazioni comunali di confine. Sono convinto che potremo fare un lavoro sinergico molto positivo”.

Azioni sul documento